Realistični umetnik

Jaime Sabines

Pin
Send
Share
Send
Send



Ron Hicks * - Študija o parih Ne umiram od ljubezni: umiram od tebe, moja ljubezenska smrt od ljubezni do tebe, moje strašne potrebe po moji koži od tebe, moje duše in tvojih ust. , nesrečnega bednika, ki sem brez tebe. Umiram od tebe in mene, od obeh nas, od tega raztrganih koščkov, raztrganih, mi umiramo, umiramo. Umiramo v svoji sobi, kjer sem sama, na postelji, kjer ste pogrešani, na ulicah, kjer moja roka gre brez spremstva, v kino in v parkih, na tramvajih, na mestih, kjer je vaša glava ležala na moji rami. in moja roka je bila tvoja, in vsi vi vem, kot jaz. Umiramo v krajih, ki smo jih posadili, da bi bili lahko oddaljeni od mene, in odšli v brezzračne enklave, kjer vas pokrivam s svojo kožo in spoznavamo drug drugega v sebi, brez svetovnega, radostno nasičenega, brez konca. vemo, ignoriramo, zdaj umiramo skupaj, zdaj, raztrgamo vse od drugega, vsak dan, preoblikujemo v več kipov, v geste, ki jih ne vidimo, v naših rokah, ki nas potrebujejo. Umiramo, ljubezen, umiram tvoja maternica, da nisem niti grizla niti poljubila v tvojih sladkih in živih stegnih in v tvojem neskončnem mesu, umiram od mask in od temnih in nenehnih trikotnikov. Umiram od tvojega telesa in svoje smrti, od naše smrti, ljubezen, jaz, mi, umiramo. V ljubeznivi jami ob vsakem času, nepopustljivi, v ječah in kriku v meni, hočem reči, kličem vas, tiste, ki se rodijo, ki prihajajo od nekoga, od vas, ki dosežejo Umiramo, ljubezen, in uro za uro nič ne počnemo, ampak malo umremo, pišemo in se pogovarjamo z vsakim in umremo skupaj.
Ne mu če muoia d'amor, muoio di te.Muoio di te, amore, d'amor di te, d'urgenza mia della mia pelle di te, della mia anima, di te e della mia boccae dell'insopportabile che sono senza te.Muoio di te e di me, muoio d'ambedue, noialtri, di questo, straziato, diviso, mi muoio, ti muoio, lo moriamo.Moriamo nella mia stanza dove sono solo, nel mio letto dove manchi, nella strada dove il mio braccio vuoto, nel kino e nei parchi, i trami posti dove la mia spallaabitua la tua testae la mia mano la tuae tutto tako di te come me stesso.Moriamo nel luogo che ho prestato all'ariaperchè tu stessi fuori di me, in nel posto dove finisce l'ariaquando ti butto la mia pelle addossoe ci conosciamo v noialtri, separati dal mondo, felice, penetrata, e certamente, interminabileMoriamo, lo sappiamo, lo ignorano, ci moriamotra noi due, ora, separati, l'un dall'altro, giornalmente, cadendo in molteplici statue, v gesti che non vediamonelle nostre mani che ci cercanoMoriamo, amore, muoio nel tuo ventreche non mordo ne bacio, nei tuoi muscoli dolcissimi e vivi, nella tua carne senza fine, muoio di maschere, di triangoli oscuri e incessanti. Muoio del mio corpo e del tuo corpo, della nostra morte, amore, muoio, muoriamo.Nel pozzo d'amore a tutte le ore, inconsolabile, grida, dentro di me, voglio dire, ti chiamo, ti chiamano quelli che nascono, quelli che vengonodietro, di te, quelli che arrivano a te.Moriamo, amore, e ni facciamo nullase non morire di più, ora dopo ora, e scriverci, e parlarci e morire.

Poglej si posnetek: JAIME SABINES lee sus POEMAS en el Palacio de Bellas Artes EVENTO COMPLETO (Oktober 2022).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send