Gibanje umetnosti simbolizma

Giorgio Kienerk ~ Post impresionist / simbolistični slikar

Pin
Send
Share
Send
Send





Italijanski slikar in kipar Giorgio Kienerk [Firenca 1869 - Fauglia / Pisa 1948rojena v stari toskanski družini. Kienerk je začel študirati risanje in kiparstvo pri mojstru Adrianu Cecioniju. V starosti od samo 17 let je imel priložnost pokazati svoja dela na razstavi za nove talente. Ko je njegov učitelj Cecioni nepričakovano umrl leta 1886, je Kienerk delal s Telemacom Signorinijem, ki ga je prisilil, da tudi mojster slika. Konec 80-ih je bil redni pokrovitelj v Volturno, majhni restavraciji v Firencah, kjer je spoznal Silvestra Lego. V restavraciji sta naslikala več sob.

Od leta 1890-95 se je Giorgijev slog bolj približal stilu Pointilistov; v tem času se je osredotočil na risanje in končal številne pastelne skice. Sodeloval je na vseh beneških bienalih v začetku 20. stoletja. Po zmagi direktorjevega mesta na Civilni šoli za slikanje v Paviji leta 1905 se je preselil v tisto Lombardsko mesto in se posvetil poučevanju. Kienerk pa je močno prizadel njegovo razdaljo od Firenc, vendar je prišel v obdobje osebne krize, v kateri ni več let slikal, niti ni sodeloval na nobeni uradni razstavi. Po letu 1913 se je preselil v hišo svoje žene v Poggio alla Farnia, v pokrajini Pisa. Ponovno zasajen v svojo zemljo, je ponovno odkril svojo ljubezen do slikarstva.



























Kienerk, Giorgio - Nacque a Firenze in 5. maj 1869 da Marco e Stéfanie Gallyot. Nel 1882, zaključni gli studi al regio ginnasio Galilei, fu posto dal padre, impiegato al ministero della Pubblica Istruzione, sotto la guida dell'amico A. Cecioni per apprendere in primi rudimenti artistici.
In quegli anni di alunnato il K. si rivelò un allievo di talento, che si esercitava sia nella scultura sia nella pittura. Del 1886 se je izpisal v zbirki podatkov, kar je v skladu z vsemi potrebnimi podatki, ki jih je treba opraviti na vseh področjih, kot so akademija za umetnost v Firencah, in piccolo dipinto v olio su tavola, Ritratto del padre, sempre rimasto in casa dell'artista.
Debutt nel 1886 alla Promocije di belle arti di FirenzeRitratto e Ragazzo) e, ancora grazie al padre, divenne allievo prediletto in affezionato amico di T. Signorini.
Poche sono le testimonianze pittoriche di questo primo periodo, ma la pratica dovette essere intensa, pridi dimostrano i dieci taccuini dei disegni del K., konservati presso gli eredi, datati dal 1887 al 1919 (Querci, 2001, str. 84-90). Alle esercitazioni con Signorini - če avribbe recensito positivamente Colli Fiesolani (collezione privata), predstavi dal Kienerk nel 1888 all'esposizione fiorentina della Promotrice - si priskrbite prospekt za umetnike, ki so v stiku s P. Nomellinijem, ki si želijo pomagati; ne sono testimonianza zaradi piccoli dipinti a olio (entrambi in collezione privata): Campagna toscana, firmato dal Kienerk e dedicato "all'amico NomelliniNomellini che dipinge, firmato e datato 1888. Con Nomellini cominciò a pogosta il caffè Volturno in via S. Gallo, dove si riunivano gli artisti vicini alla cerchia di S. Lega avversati da G. Fattori (A. Müller, A. Torchi, F. Pagni, F. Fanelli e L. Tommasi). Con loro realizzò le decorazioni parietali del Circolo degli artisti: al K. si deve L'estate, posta sopra la porta della sala delle stagioni, nota solo attraverso un'incisione pubblicata da Matini. V pijačo Kienerk se lahko odločite, da si boste ogledali Signorini, ki vam bodo v pomoč pri nakupu in nakupu, ki je na voljo ob nakupu, vključno s čarobno opremo, ki je primerna za vse vrste hrane in pijače.
Nel 1889 prese parte per la prima volta al concorso Baruzzi di Bologna, razvrščeni v drugo kategorijo, con un piccolo gesso che ritrae un'esile figura di bimbo in piedi intitolata Al sole (collezione privata), predstavil ana alla Promotrice fiorentina di quello stesso anno insieme con quattro dipinti, tutti in collezione privata: Fra gli sparagi, Via Frusa, Ricamando, l'addipanatrice (la nonna).
Sarebbe stato predstavil ancora ad altre edizioni del medesimo concorso bolognese: nel 1892 con la statuetta v gesso L'anguilla (la versione in marmo, konzervirana v Musei civici di Bologna, fu realizzata appositamente in seguito alla vincita del primo premio); e nel 1896 con bozzetti, Il satiro in Dopo il peccato (il secondo gli valse il terzo posto) entrambi perduti, che lo stesso K.di maniera, salvo pochi appunti dal vero" (Querci, 2001, str. 117), v količini, ki jo je treba izvesti s prerazporeditvijo in razdelitvijo francoščine na avicijo, ki je v skladu s predpisi.
Nel 1890, con l'amico Torchi si lahko ogledate, da je vse všeč, v Mugello dove dipinse, tra moliti paesaggi e ritratti di amici, San Piero a sito (collezione privata). Nel febbraio dello stesso anno D. Martelli aveva pubblicato sulle pagine del Fieramosca una prima recensione positiva sull'artista.
V iskanju anni comincia la svolta Post-impresionista del Kienerk: al caffè Volturno gli artisti, aggiornati periodicamente con entusiasmo da Müller che, pur vivendo stabilmente a Parigi, tornava spesso a Firenze, discutevano sull'arte francese in sul rinnovamento della tradizione figurativa toscana. L'esito di tali frequazioni da parte del K. ci è però solo parzialmente noto, v količini le opere presentate alla Promotrice del 1890-91 - Presso le Mozzette (mattino), Nebbia, Calma, L'Arno alla Zecca (scirocco) e Giugno - furono acquistate dal pubblico e non ci sono pervenute.
Priporoča se, da si ogledate ciljno skupino, ki je zanimiva za pinguro in plezanje, vse to pa si želite ogledati s Torchi e Nomellini, portret Martelli (1891) in individuare il K. come "l'anello vero, za cui dalla Macchia resasi sempre più blanda e luminosa, si passa all'Impressione". Nel maggio del 1891 ricevette l'invito ad esportre un piccolo paesaggio alla Münchener Jahresausstellung. Nell'agosto dell'anno uspešen la piccola scultura Vanità, presentata all'Esposizione di belle arti di Livorno, venne acquistata da P. Mascagni.
Intorno ai primi anni Novanta inizi a a eseguire pastelli (Ritratto del padre, Ritratto di bambina: zbirke osebnih podatkov), tecnica che, nel soglasje o uspehu in hitrejšo hitrostjo, in si privoščite slikovno sliko, če si jo želite ogledati.
Nel 1893 il Kienerk cominciò un rapporto di lavoro con l'editore Bemporad, protratto fino al 1905, za ilustracijo libri per bambini e testi scolastici, cimentandosi con la tecnica litografica. Nel maggio del 1896 avviò una collaborazione con il Fiammetta, prijavi se interventi di scrittori prijavi U. Ojetti e G. Pascoli komentirajte ilustracije artisti affermati (Signorini e Fattori) e meno noti (A. Micheli e G. Chini). Al Fiammetta il K. je umrl za osebno prisotnost grafike, ki se je odločila, da se bo odločila za to delo. Nel corso del tempo collaborò con molte riviste italiane (Genova la Superba, La Riviera, Milano elegante in Il Cavalier cortese dal 1899; l'Italia vožnja pod serijo Sorrisi del 1900; Novissima e Riviera ligure dal 1901 l'Avanti della domenica dal 1904) e straniere (la francese Cocorico nel 1900), e partecipò a importanti concorsi nazionali (concorso Alinari per l'illustrazione della Divina Commedia nel 1899; concorso dell'Esposizione nazionale di affissi umetniki e ex libris a Venezia nel dicembre del 1904, dove vinse la medaglia di bronzo in il premio akción di un suo ex libris per la Biblioteca municipale).

Nel 1895 venne nominato, v kvaliteti diverzije, socialno-ekonomski del Regia Accademia di Brera e, Firenca, del membre della giuria della Promotrice, incaricata del conferimento dei premi.
In quell'anno lavorò a zaradi gruppi scultorei: Scena di salvataggio v Orazio che uccide la sorella (dei quali solo il secondo noto attraverso una riproduzione di Matini). Vključite se v "Festa dell'arte e dei fiori" iz leta 1896, kjer lahko najdete vse, ki si želijo, da bi si privoščili sanjske čarovnice iz Firence.la sorella Teresa) venne particolarmente apprezzato dal pubblico. In quello stesso anno realizzò il monumento funerario v marmo per la famiglia Comi (Bologna, certosa, sala di S. Paolo), e alla Promotrice fiorentina je predstavila Calma autunnale (lago di Monate) v zbirki zasebnih serij (Firenze, Palazzo Pitti).

Nel 1898 la fama del Kienerk se konsolidira all'estero (Zimmern), e la la volta l'artista partecipò all'Esposizione d'arte di Torino, predstavil zaradi dipinti pienamente Simbolisti: Dolore e Sorge la Luna (entrambi realizzati tra il 1895) il 1897). Več kot 1899 let se nadaljuje v Biennale di Venezia: nel 1899, con il pastello La vergognosa (collezione privata); nel 1901, con Il silenzio, del del trittico L'enigma umano: il dolore, il silenzio, il piacere, realizzato l'anno precedente (Pavia, Musei civici), ma i cui pannelli non vennero mai esposti insieme; nel 1903, con il ritratto di Irma Gramatica (collezione privata); nel 1905, con il pastello La sera, acquistato di Municipio e ora a Ca 'Pesaro.
Nel 1899 inviò al concorso internazionale di Torino, intitolato "Per una testa di Cristo", il disegno Ecce Homo (zbirka osebnih podatkov), ki je bila izdana v skladu s to uredbo, ki je bila povabljena k sodelovanju pri E. Thovez. L'anno successivo present all all'École des beaux-arts di Lione il Ritratto di Ludovico Tommasi (zbirke osebnih podatkov); inviò Apparizione al palazzo di Cristallo di Monaco; za eletto membro della Società di belle arti di Verviers. Nel 1901 fu invitato da O. Maus all'Exposition de la libre esthétique di Bruxelles. L'anno uspeh la sua opera fu richiesta alla Grande Esposizione di belle arti di Berlino; partecipò alla I Quadriennale organizzata a Torino, città dove, alla I Esposizione d'arte internazionale, vinse la medaglia d'argento con ilustracije, disegni per copertine di Italia vožnja, vetri smerigliati con figure a macchia, spille e fermagli realizzati per il gioielliere fiorentino Masetti-Fedi.
Nel 1903 si stabilì per alcuni mesi a Parigi, dove venne premiato un uncorso per manifesti artistici. Al Salon de la Société des amis des art di Angers Espose Le printemps de la vie, spedito l'anno seguente, su invito, al palazzo di Cristallo di Monaco (zbirke zasebnosti). Nel 1905 partecipty vse Promotrici di Firenze, di Torino e alla mostra della Società di amatori e cultori di Roma.
Nel novembre del 1905, avendo vinto il concorso za il posto di direttore della Civica Scuola di pittura, si trasferì a Pavia. L'anno successivo, predstavi vse sosede v Milanu, Firenca in Torino, ki je namenjen vsem, ki želijo zbrati riproducente opere antiche e rinascimentali per arricchire il patrimonio della gipsoteca della scuola.
V iskanju obdobja il K. curò particolarmente l'attività scultorea (monumenti funebri, targhette in metallo sbalzato e bassorilievi in ​​gesso spesso dedicati a professori dell'ateneo pavese; si deve citare la medaglia con l'effigie del patologo Camillo Golgi, premio Nobel po medicini: Pavia, muzej za shranjevanje in zdravljenje). Negli anni seguenti l'insegnamento prevalse sull'attività artistica (nel 1911 fu odobri il suo progetto di riunire la Scuola di pittura e la Scuola serale d'arte industriale), ki je nadaljevala s sodelovanjem pri dogodkih v zvezi z italijanskimi in italijanskimi jeziki, ki so namenjeni temu, da bi se odločili za uporabo. Nel 1918 la rivista Numero pubblicò il suo ritratto del generale Armando Diaz eseguito "makija".
A Pavia il Kienerk condusse una vita riservata, ma strinse selezionate amicizie con professori e profesionalci pavesi e toscani, tra cui A. Marcacci, fisiologo all'Università, kolega e amico di Golgi, nonché suo futuro suocero. Infatti, il 3 apr. 1919, Firenca, il Kienerk sposò Margherita Marcacci dalla quale l'anno successivo nacque Vittoria. S'iniziarono allora i soggiorni estivi nella villa di Poggio alla Farnia a Fauglia, presso Pisa, proprietà della moglie, dove l'artista ricominciò con slancio a dipingere all'aria aperta recuperando, su registrirani tonali luminosi, la propria discendenza macchiaiola.

Nel 1923 partecipò con Intorno casa (Pavia, Musei civici) all'Esposizione italiana di belle arti a Buenos Aires. L'anno uspeh alcune opere predstavi Parigi all'Exposition de la Société des beaux-arts de Firenca ottennero una buona recensione nella Revue moderne illustrée. Il Kienerk partecipò inoltre alla XXX Esposizione di palazzo Pitti e alla I Mostra provinciale di belle arti di Pavia. Nel 1930 fece parte di un comitato na giudicare una scultura per il foro Mussolini a Roma. Nel 1932 tenne la soa persona allestita nelle prodaja del alpino italiano di Pavia, seguita l'anno uspeh da una seconda al caffè Demetrio.
Nel 1934 andò in pensione dalla Civica Scuola di pittura. Nel 1936 dipinse il proprio Autoritratto (dal 1939 alla Galleria degli Uffizi) Za vsakogar, ki je prejel veliko število oseb, je to Pavia prima di tornare Firenze. Dal 1941 razstavlja v pomembnih osebah Firenca, Lucca, Livorno, Milano e Pavia. Nel 1944 la sua casa di Firenze venne bombardata e andarono distrutti e razpršene dipinti, dokumenti e disegni, alcuni dei quii uspehme individualiati dagli amici nei mercatini del capoluogo toscano.
Alla galleria del Bramante di Milano, leta 1947, je na voljo le 40 oseb.
Il Kienerk morì il 15 febbr. 1948 nella casa di Poggio alla Farnia a Fauglia, dove si era stabilito con la famiglia dal 1943. /Treccani.it - ​​di Rossella Canuti



Pin
Send
Share
Send
Send