Realistični umetnik

Vincenzo Gemito

Pin
Send
Share
Send
Send





Vincenzo Gemito [1852-1929] rojen v Neaplju leta 1852, velja za najpomembnejšega italijanskega kiparja v poznem devetnajstem stoletju in ga vse bolj obravnava kot enega največjih risarjev. Njegov izvor je bil neperspektiven. Kot otrok sirota z ulice, dokler ga ni posvojil revni obrtnik, je bil kot devetletni asistent kiparja Emanuela Caggiana. Nato se je neformalno pritrdil na starejšega, a bolj progresivnega kiparja Stanislao Lista, ki ga je očitno spodbudil k delu z uličnimi modeli.
Ko je mladenič pridobil veščine modeliranja v glini in vosku, se je sam osamosvojil. Leta 1868 je razstavil kip na Promotrice di Belle Arti v Neaplju, igralec kartice, ki je pokazal, da se neapeljski ježek po praskanju po glavi in ​​preučuje roko kart. Delo je imelo srečo, da je pritegnil pozornost italijanskega kralja Victorja Emmanuela II, ki je kupil bronasto litino za zbirko Capodimonte, kar je za čast šestnajstletnega kiparja izredna čast.





Gemito je v interpretacijah svojih subjektov gojil nekakšen krepak realizem, ki ga je posredoval kontrastne grobe in gladke površine. Njegov risarski opus je sledil njegovemu kiparstvu, in kar je bilo ustrezno označeno kot njegova "naturalistična bizarija", vidimo leta 1876 v kitajskem terakotskem Acrobatu in tudi v seriji študij golih ribarjev, ki so dosegli vrhunec. v bronastem Little Fisher Boyju v naravni velikosti (Museo Nazionale del Bargello, Firence). Leta 1877-1881 je Gemito živel v Parizu, kjer je bil prijatelj kiparja Ernesta Meissonnierja, katerega delo ni moglo biti drugačno od njegovega. Po vrnitvi v Neapelj je v svoje delo vključil še eno nit tradicije, to je klasičnih predhodnikov v Pompejih in Herculaneumu, kar je privedlo do bronaste skulpture Vodni nosilec (Galleria Nazionale d'Arte Moderna, Rim). Leta 1883 je postavil lastno bronasto livarno za odlitek iz voska. Filadelfijski muzej umetnosti ima v rokah bronasto doprsni kip njegovega zaščitnika, barona Oscarja de Mesnila, ki je bil usmrčen.v 12 urah"leta 1885 (E1990-91-1). Gemitov slog ni bil primeren za veličastne javne spomenike in je izdelal le eno tako obsežno delo, marmorni Charles V, Sveti rimski cesar, ki ga je naročil Umberto I, sin Victorja Emmanuela II, kot del serije osmih vladarjev. obdariti fasado Palazzo Reale v Neaplju.


Gemito je leta 1887 utrpel nekakšen duševni zlom in je do leta 1909 ostal pustinjak, ki se je ukvarjal predvsem z risanjem. V kiparstvo se je vrnil okoli leta 1910, od tistega leta pa vse do svoje smrti so njegove nagnjenosti popeljale še eno ekscentrično zavojevanje od realizma sodobnega življenja in do mitoloških subjektov. Delal je v majhnem obsegu, pogosto povečal svojo površino s plemenitimi kovinami. Imaginarni portreti so nastali v dvajsetih letih prejšnjega stoletja, vključno z Aleksandrom Velikim in vodjo Meduse. Kritični sprejem se je odzval na njegovo kasnejše delo, kljub odkritemu občudovanju pesnika Gabriele d'Annunzio. Gemito je umrl v Neaplju leta 1929. | Mimi Cazort, iz italijanskih glavnih risb v Filadelfijskem muzeju umetnosti (2004), kat. 74.








Giuseppe Verdi [1813-1901]
































































GEMITO, Vincenzo - Nacque a Napoli 16. julij 1852 e, quando aveva appena un giorno, fu deposto nella ruota dello Stabilimento dell'Annunziata. Il 30 luglio venne affidato a Giuseppina Baratta, ki bi lahko bil Giuseppe Bes. Dopla la morte del marito, la Baratta nel 1863 Spoštal Francesco Jadicicco, strokovnjak muratore, quel "Mastro Ciccio" tante volte raffigurato nella produzione plastica del Gemito.
V indonezijski državi se je prepovedal, da je g. Trascorse un'adolescenza poveča a turbolenta, legandosi di assidua consuetudine con in coetaneo Antonio Mancini, detto Totonno, anche nelle precoci esperienze artistiche. Pogosto se je izkazalo, da je treba opraviti delo s strokovnjaki iz Emanuele Caggiano, in to je vse, kar je za Stanisloo seznam, promocijski dello studio del vero nella scultura. Il 23 apr. 1864, ki se je začela v Regio Istituto di belle arti, je cercò piuttosto ispirazione nei vicoli del centro antico e nel circo Guillaume allogato al teatro Bellini. Risale al 1868 il suo esordio alla mostra della Società promoci di belle arti di Napoli dove espose il Giocatore.

V iskanju - prevzemnica za Vittorio Emanuele II po zbirki Capodimonte - je primerna za popestritev in razgibavanje v skladu s konkretno vizijo in spontano delo. Il G. confermò queste novità formali nel Ritratto del pittore Petrocelli (Napoli, zbirka Minozzi) plazmato intorno al 1869, riprova dell'intolleranza verso la codificazione accademica dell'arte scultorea, che si muoveva allora fra le incertezze del romanticismo e gli ultimi esiti delle correnti canoviane.
Inoltre, insieme con altri artisti ribelli all'arte ufficiale - tra i quali, oltre a Mancini, Giovanni Battista Amendola, Vincenzo Buonocore, Achille D'Orsi, Luigi Fabron, Ettore Ximenes - il G. prese in affitto uno studio nell'ex convento di S. Andrea delle Dame. Qui presero forma le delte testite datate 1870-72 e ohranil Napoli, mirabili za vivacità di sguardi e naturalezza di atteggiamenti, quali Moretto, Scugnizzo e Fiociniere (zbirka del Banco di Napoli), Malatiello e Fanciulla velata (Museo nazionale di S. Martino); Vprašanje sculture je mogoče najti v terakoti, ki je zelo primerna za realistično realistično razlago, ki je primerna za uporabo in mobilno vibriranje luminose.
Nel 1871, vsekakor letno za pokojninsko zavarovanje romana, ki je v skladu s prvim pravnim redom v Giuseppeju v prodaji po fratelih (Napoli, Galleria d'arte dell'Ottocento dell'Accademia di belle arti) giustificando la stima del professore di pittura Domenico Morelli. Per il saggio di statuaria realizo Bruto (terakota: Romi, Galleria nazionale d'arte moderna), ki ga je prejela večkratna zbirka kolektivnih mnenj o protidelovanju in opravljanju dela v Museo nazionale di Napoli.

Nel 1873 Conobbe Matilde Duffaud, ki je prenočišče, ki ponuja nepozaben studijski program sulla collina del Mojarello, Capodimonte. Dello stesso anno sono i busti bronzei raffiguranti D. Morelli in G. Verdi e quelli in terracotta raffiguranti F.P. Michetti (Romi, Galleria nazionale d'arte moderna) e Totonl'amico mio. Hotel se nahaja v mestu Portici, ki je eno od najbolj priljubljenih področij mesta, in je namenjen tako poslovnim uporabnikom, kakor tudi samo za oddihu. Prikaže se periodična risal anche il Ritratto diGuidoMarvasi (Napoli, zbirka Banco di Napoli), figlio del prefetto napoletano Diomede, tra i primi mecenati dello scultore in collezionisti delle sue opere.
Proizvedena plastična gemitiana in sostanzia di numerose replices: zveza le datazioni, le tecniche e le Collezioni pubbliche a private che conservano (si darà, quindi, notizia dell'ubicazione nota solo per le opere uniche). To je še posebej značilno za vse vrste restavracij, ki so primerne za vsakodnevno rabo, in so primerne za vse zanimivosti, ki so primerne za modeliranje in označevanje temperature. Rotta l'accademica simmetria nella costruzione dei busti, lo scultore modellò la creta per di di porre, cercando il movimento al fine di rendere con veridicità l'espressività della vita, senza ricercatezze formali gratuite. Del bronzo, invece, je super več kot več kot trideset let in gripe, ki jo je treba sprejeti, in priporoča, da so klasični izzivi naravnih lepot, ki so moderno opremljeni in imajo lastno kopalnico.
Nel 1876 trasferì lo studio ne pressi del Museo nazionale, che pogosta da allora regolarmente kopiandone le sculture di Pompei ed Ercolano, v cui trovava un ricco patrimonio di konkretne soluzioni ustvarjalne. L'anno seguente partecipò all'Esposizione nazionale di belle arti di Napoli in al Salon parigino golob, predstavi za interessamento del noto mercante Alphonse Goupil, ottenne buon uspeh di pubblico, zlasti, per il pes pesakore o Pescatore napoletano, v bronzo a grandezza naturale (Firenze, Museo del Bargello).
Il Pescatore napoletano

Il Pescatore napoletano - ripresentato all'Esposizione universale parigina del 1878, dove il G. consolidò con un medaglia la notorietà presso i Francesi, e in seguito più volte esposto in Italia e all'estero riportando numerosi premi - appare in bilico su uno scoglio nell Priporočamo vam, da se odločite za to, da se odločite za to, da se odločite za to, da se odločite za to, da bi vam pomagali. Il G. scelse il fanciullo del popolno quante costante ikonografija della sua produkcija grafike v plastiki sin dali Giocatore in corpo di adolescente nudo al edini quale banco di pro di di un'appassionata costruzione plastika e volumetrica, negli anni più controllata ma purper dinamica e vitale.
Na voljo je različna različica, ki jo je mogoče prebrati, in sicer tako, da je v skladu s to uredbo, ki je v skladu z naslednjimi pravili, in sicer v skladu z naslednjimi pravili, kot so: rimanere, per esempio, in equilibrio su un grosso sasso insaponato allo scopo di studiare le fasce muscolari v momentu di sforzo. Tale interesse ne spiega certamente con semplice curiosità aneddotica, né si giustifica appieno con qualche eco della fortuna romantika degli scugnizzi e dei costumi popolari, né con la suggestione dell'arte dei "pastorari" napoletani e con la lezione seicentesca di matrice caravaggesca (nel 1915 il G. dipinse una tempera dal Bacchino malato della Galleria Borghese), e tanto meno risponde a moventi sociali. Za večkratno uporabo, ki je na voljo, so na voljo številni dodatki, ki prispevajo k sodelovanju (ne gre za identifikacijo in soglasje), temveč za čiščenje in vzdrževanje.
Založniki, ki se ukvarjajo z zdravjem in zdravjem pri delu, so odgovorni za to, da se odločijo za to, da se izognete posebnim zahtevam, ki se nanašajo na zdravje in zdravje pri delu, kar pomeni, da je potrebno, da si izberete filtracijo, ki je določena v določenih primerih. fedelmente gli spunti antichi e da retoriche declamazioni.
Prenesena pariška znamenitost 1877, ki je na voljo v Mancini in se nahaja v Duffaudu, je odlična izbira za ekonomsko življenje, ki je primerna za bivanje. Eseguì il Ritratto di Cesare Correnti commissario italiano all'Esposizione universale parigina del 1878 (la verzie v bronzo e oro, del 1880, si konzerva presso la Galleria nazionale d'arte moderna di Roma); Correnti, g minista ministro della Pubblica Istruzione, gli aveva Commissionato la traduzione in marmo del Bruto, mai compiuta.
Al Salon del 1878 je nastopil zaradi buste v bronzi: quello ricoperto d'argento del pittore G. Boldini, allora residente a Parigi, e quello di J.-B. Faure, cantante e collezionista degli impresionisti; al Salon seguente, golobica ottenne la medaglia di terza classe, razstavi Ritratto del dottor Landolt (geso: Firenze, zbirke privatnih) e quello del pittore Federico de Madrazo (terakota: Venezia, Museo Fortuny); leta 1880 je predstavil ritrato v bronu di Paul Dubois, ki je bil izročen direktorju umetnosti iz umetnosti, in je bil med drugim vpisan v bronasto bronasto figuro, med drugim tudi Ritratto di G. L. Ernesto Meissonierja.
Vizitka je primerna za vse, ki si želijo, da bi se odločili za to, da je v Meissonierju prisotna fluorescenčna snov, ki jo je mogoče prebrati v restavraciji, ki jo prejmejo in preberejo. predilezione della rifinitura formale che il bronzo consente per l'elegante minuzia descrittiva del cesello. Il Ritratto di Meissonier se je vrnil 1880 v Torino alla IV Esposizione nazionale di belle arti insieme con busto bronzeo di Amedeo d'Aosta, duca di Genova, Commissionatogli dalla colonia italiana a Parigi e conservato nel palazzo reale di Napoli.
Tornato definitivamente a Napoli all'inizio del 1880, il G. lavorò senza tregua za più di un anno all'Acquaiolo (bronzo: Roma, Galleria nazionale d'arte moderna), dalla posa sbilenca e malferma per un gioco di membra in movimento eppure statično. Rilettura del Fauno je plesalce iz Pompeja, ki so se odločili za izposojo, ki je bila pripravljena za izposojo, ki je bila pripravljena za dopust, in sicer Filippo Palizzi, Francesco II in Borbone, ki je nastal v Parizu.
Morta precocemente Matilde za tisi nell'aprile del 1881, il G. si ritirò za alcuni mesi a Capri disegnando molti ritratti dal vero, sulla scorta dei quali modellò Rosa (esposta al Salon parigino del 1882). L'anno seguente sposò Anna Cutolo, detta Nannina, modna zvezda Domenico Morelli; e nel 1885 nacque la figlia Giuseppina: bi lahko e figlia saranno entrambe ispiratrici di opere del G. (precej Ritratto di Anna Gemito, del 1886, v terakota creta: Roma, Galleria comunale d'arte moderna e contemporanea).

Nel 1883 fu esposto alla Promocija napoletana il bronzo Il filosofo con la dicitura "Nec plus ultra": se l'opera appare una scultura antica ispirata alla Testa dello Pseudo-Seneca del Museo arheologico napoletano, le 'sembianze ricordano quelle di Mastro Ciccio, l' amato anziano patrigno, valido colaboratorja insieme con Tommaso Celentano e Pietro Renna nella fonderia di via Mergellina, avviata proprio in quell'anno grazie al finanziamento del barone belga Oscar de Mesnil e attiva sino al 1886.
Nel 1883 ad Anversa furono tributati al G. zaradi diplomatske obravnave, ki so jo pripravili v medsebojnem priznavanju; zaradi anno dopo, vse, kar je treba storiti, je vse, kar je treba storiti, da izberejo medsebojno priznanje, da bi se odločili za to, da bi si privoščili najboljšo kopijo narcisa v Pompeju (Napoli, palazzo reale: del 1886 je replika na Diego Pignatelli d'Aragona Cortes konzervata nell'omonimo museo napoletano).
Il G. ricevette inoltre da Umberto I je komisar za stalne marmoreje v vele rafigurata Carlo V da collocare v del del nicchie della facciata del palazzo reale di Napoli e, v seguito, di trionfo da tavola in argento per la reggia di Capodimonte. Messo in crisi dall'inconsueta tematica storica (per la quale si documentie e chiese consiglio a Meissonier durante il secondo viaggio a Parigi nel 1885), realiziraj solo il modello v gesso e il bozzetto bronzeo del Carlo V (Napoli, Museo di Capodimonte); del Trionfo da tavola sestaviti soltanto il bozzetto in cera (Romi, Galleria comunale d'arte moderna e contemporanea(e) in numerosa serie di disegni, dai quali emerge il conflitto kulturne provocato da quella combinazione di figure anticheggianti - personificazioni di mari e fiumi italiani - con decorazioni di sapore barocco secondo il gusto francese contemporaneo.


Si manifestarono allora i sintomi di un esaurimento psichico (causato dalle vicende personali, dall'insoddisfazione dei risultati raggiunti, dall'ossessiva ansia di superare se stesso) che lo portò al ricovero. Fuggito nel 1887 dalla casa di cura Fleuret, ki se nahaja pod Tasso na trascorrervi, tra deliri, digiuni e allucinazioni, circa un ventennio, nel corso del quale si dedicò prevalentemente alla grafica, alternando momenti lucidamente creativi a periodi di solitaria alienazione .
Nel contempo il uspeh internazionale dell'artista era ormai solido e, ki spremlja riconoscimenti ufficiali: a Buenos Aires, nel 1886, vinse la medaglia d'argento di prima classe; a Parigi, nel 1889 e nel 1890, il grand prix per la scultura; ad Anversa, il diploma d'onore nel 1892; a Parigi, nuovamente il grand prix nel 1900. Gabriele D'Annunzio ne esaltò la potente vitalità di eco ellenica. V občini V Esposizione internezionale biennale di Venezia del 1903, il G. ebbe l'onore di esporre nella sala del Mezzogiorno insieme con Morelli. In, povedano, Achille Minozzi, amico in appassionato collezionista dell'opera gemitiana, volle consacrare la sua raccolta pubblicando nel 1905 una monografia lussuosa scritta da Salvatore Di Giacomo.
Morte la madre e la moglie, il G. riprese la vita pubblica nel 1909: za consegnare il Pescatorello, richiestogli za regino Margherita da Elena d'Orléans, duchessa d'Aosta, e per esporre, su incitamento di questa, alla VIII Biennale di Venezia in diegni di ambiente popolare napoletano che ne riconfermarono il successo mondiale.
Allo scorcio del secolo appartiene la produzione incentrata sulla figura femminile: ritratti di popolane, le "zingare", riprese da sole o con bambini nelle attitudini quotidiane e nella vitale gestualità (Maria la zingara, Nutrice, Carmela: Napoli, zbirka Minozzi). Vsebuje številne znane osebne podatke in avtorske pravice, ki se nanašajo na simbolično in pasivno (Autoritratto con Matilde Duffaud, 1880–1981, sanguigna acquerellata: zbirka del Banco di Napoli), cui seguiranno quelli più tardi con la barba fluente e l'aspetto da profeta michelangiolesco, sia grafici sia plastici (Autoritratto, del 1921, v bronzo: Milano, Civica Galleria d'arte moderna).
Ormai i disegni ne sono più solo studi preparatori, ma autentici punti d'arrivo e il G., proprio perché liberato dal vincolo progettuale, appare vigoroso e fertilissimo. Negli anni, infatti, il talento dell'artista, nutrito dal tormento quotidiano na raggiungere la pienezza dell'espressione, trova nel disegno il personale appagamento creativo, dimostrando ne solo la padronanza della forma, ma anche la comprensione del fenomeno luminoso, la sapienza del gioco dei valori in dei toni perseguita con le tecniche più varie (matita, penna, acquerello, pastello). Stupiscono la varietà di intent e di attuazione e la conoscenza delle risorse più efficaci a esaltare il movimento, l'energia e il senso della materia e dell'epidermide.
Izdelava plastičnih izdelkov, ki se uporabljajo za čiščenje in predelavo alkoholnih pijač.o comunque astratte dai temi sociali e quotidiani) e da studi dekorativi che mostrano maestria nell'orientarsi tra i soggetti antichi per riproporli alla maniera moderna. All'immediatezza giovanile si sostituisce l'elaborazione ricercata con preziosistico gusto da orafo, aiutato dal discepolo Salvatore Pavone nello sbalzo e nel cesello.
Del 1910 sono le opere Sorgente e Giovinezza di Nettuno; iz leta 1911, v občinah Internazionale di belle arti di Roma, Medusa (argento cesellato e dorato a fuoco: Malibu, CA, muzej J. Paul Getty), oživitev ellenistico per cui trasse spunto dal fondo esterno della Tazza Farnese del Museo nazionale napoletano; al 1914 in al 1918 risalgono Inverno, Tempo, Vasaio, Fanciulla greca, Sibilla Cumana, Sirena, opere con cui porta una nota di prezioso estetismo nel nuovo clima simbolista.
Nel 1911 si je ogledal Parco Grifeo di Napoli. Nel 1913 je leta 1915 delno razstavljal XI Esposizione di belle arti di Monaco e all'Esposizione universale di San Francisco. Tra 1915-1917 fu spesso a Roma e dintorni; scolpì la Madonnina del Grappa; zamisel o progetto grafico za un monumento Pio X raffigurante la Fede (Romi, Galleria comunale d'arte moderna e contemporanea). Nel 1919 Matteo Marangoni, allora deputato, ottenne dal Parlamento una "pensione d'onore" (mai consegnata a causa di disguidi burocratici) per il G., če je to potrebno za plačilo. L'anno seguente avvenne l'incontro a Napoli, dopo quarant'anni, con Mancini, cui altri ne seguirono a Roma, dove il G. si recò spesso, impaziente di ottenere l'alloggio desiderato Castel Sant'Angelo prišel l'invidiato Benvenuto Cellini. Nel 1922 nella capitale venne organizzata dalla rivista La Fiamma un'esposizione dell'opera gemitiana, che si sostanziava v quegli anni di raffinate opere di cesello v oro e argento, prevalentemente v piccole dimenzij e di fattura classicheggiante. Nel 1924 l'artista fece l'ultimo, deludente, viaggio a Parigi.
Negli let 1920-26 lavili assiduamente intorno al tema di Alessandro Magno, protagonista di tante sue visioni, proponendo l'immagine ideale dell'eroe mitico v busti e medaglie, meditando sui prototipi antichi e concependo persino una scultura equestre. Leta 1926 risalgono le sue ultime opere: Sibilla, v argento, esposta alla Promotrice napoletana, e Ritratto dell'attore Raffaele Viviani (terakota: Napoli, Museo di Capodimonte), v cui sottile è la resa psicologica al di là del realismo fisiognomico conseguito grazie alla tecnica esperta.
Lo Stato italiano, nel 1927, gli assegnò za volontà di B. Mussolini un premio v denaro di 100.000 lir. V Castelnuovo a Napoli, v mestu Castelnuovo a Napoli, se nahaja 1926 alla galerija di Lino Pesaro a Milano e, l'anno seguente. Il G. morì a Napoli il 1 ° marzo 1929. | di Emanuela Bianchi © Treccani, Dizionario Biografico degli Italiani

Poglej si posnetek: Vincenzo Gemito - O' Scultore Pazzo (November 2022).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send